Mar
2014

Quando e perchè utilizzare i seggiolini per l’auto

I seggiolini per automobili sono elementi presenti in tutte le macchine dove viaggiano bimbi. La loro qualità e affidabilità sono essenziali ai fini della sicurezza del piccolo passeggero. Per questo il loro acquisto deve essere ben considerato e tal fine è necessario essere a conoscenza delle principali norme vigenti sull’utilizzo dei seggiolini e delle loro principali caratteristiche.
I seggiolini auto devono essere utilizzati dal momento della nascita fino ad un massimo di 36 kg. Raggiunto questo peso, il bambino dovrebbe essere completamente in grado di sedersi sul sedile posteriore o anteriore allacciandosi le comuni cinture di sicurezza.
L’obbligo di utilizzo del seggiolino va dalla nascita ai 18 kg. Dai 18 kg ai 36 può essere utilizzato un adattatore, un sedile rialzato che consente al bambino di raggiungere l’ 1,50 m, ovvero l’altezza minima richiesta per poter utilizzare le cinture di sicurezza.
Un’altra regola riguarda i bambini che pesano meno di 9 kg: non è possibile portarli in macchina in retromarcia né farli sedere sul sedile anteriore in caso di presenza di airbag funzionante. Anche superati i 10 kg, è comunque preferibile posizionare il seggiolino sul sedile posteriore, più sicuro dagli urti laterali. Fino ai 12 anni di età, ogni bambino è obbligato a viaggiare in posizione posteriore.
Successivamente al grado di sicurezza dovrà essere considerato al momento d’acquisto il livello di praticità dell’installazione, il possibile reclinaggio dello schienale e la regolazione del poggiatesta, utile soprattutto ai bambini molto piccoli che rischiano pericolosi ciondolamenti della testa se lasciata libera. Inoltre il poggiatesta potrà essere regolato in funzione della crescita del bambino. La maggior parte dei seggiolini offrono la possibilità di usare l’adattatore conservando lo schienale, cioè conservando l’imbottitura sulla schiena e il poggiatesta che aiuta anche i bambini più alti a stare comodi e eventualmente a dormire durante il tragitto. Inoltre un poggiatesta ad alette laterali garantisce una ulteriore fonte di sicurezza
È molto importante educare i bambini a sedersi sul seggiolino auto sin da quando sono molto piccoli, in modo che con il tempo diventi una cosa assolutamente normale. Potrebbe capitare infatti, che inizialmente non ne vogliano sapere di stare seduti soli, ancor più se sul sedile posteriore, in quanto preferirebbero stare tra le nostre braccia. Con un poco di severità e molta pazienza, li educheremo alla soluzione più sicura per tutti: il seggiolino per auto.

Dec
2013

Le mille soluzioni di design delle porte scorrevoli

Nella evoluzione della tecnica e della estetica nel campo dell’arredamento degli interni e del risparmio degli spazi, si sono venute a determinare anche alcune evoluzioni del concetto di porta scorrevole. Una di questa è quella dei cosiddetti pannelli divisori, che permettono di suddividere al loro interno spazi e stanze grazie ad alcuni pannelli, posti su supporti mobili.

La differenza dei pannelli divisori rispetto alle porte scorrevoli sta nel fatto che i primi, di norma, non si trovano in corrispondenza di specifiche aperture nelle pareti, ma sono posti invece nel mezzo delle stanze, senza alcun vincolo con la struttura della casa. Questo permette di creare piccoli riquadri e spazi ulteriori all’interno di altre stanze, magari grandi abbastanza da permettere una suddivisione interna senza alcuna necessità di costruire nuove pareti.

La costruzione di nuove pareti, infatti, oltre a essere ben più costosa e onerosa, richiede anche nuovi lavori molto invasivi, e occuperà il vostro tempo e i vostri spazi con uno stress di non poca importanza. Inoltre sono impossibile da fare se avete bambini piccoli in casa, visto il disturbo che simili lavori arrecano. Ecco allora dove i pannelli divisori vengono a svolgere il loro ruolo principale.

Arredare con i pannelli divisori

La possibilità di posizionare i pannelli divisori su supporti mobili permette inoltre di distribuire la carica di arredamento di questi in maniera uniforme in tutta la casa. Sarà possibile dipingere i pannelli divisori, oppure richiederli con stampe colorate e sgargianti, o ancora acquistarle in laccato a tinta unita. In ultimo, vi è chi ha sperimentato la ipotesi di alcuni pannelli divisori trasparenti, in vetro, con effetti del tutto particolari e che stanno al gusto personale di chi li acquista.

Installare pannelli divisori nella propria casa diviene dunque assai semplice, proprio per la loro mobilità. Possono essere montati, smontati, spostati e rimontati senza particolare difficoltà, salvo che non si acquistino pannelli divisori in materiali particolarmente pesanti, o anche particolarmente fragili. La scelta iniziale su modelli e materiale del pannello divisorio deve dunque essere condotta con buona attenzione e cura per i particolari, senza potersi permettere di sottovalutare nulla.

Un consulto col proprio venditore o col proprio interior designer potrebbe aiutare a risolvere i mille dubbi riguardanti comodità, manutenzione, durevolezza e combinazioni sui pannelli divisori che dovessero attanagliarvi. L’importante è essere sempre consci di ogni soluzione, per poter scegliere in piena libertà e consapevolezza delle opzioni a disposizione.

Dec
2013

Arredare con le tende

Tende a pacchetto per esterni sì o no?

Ecco una domanda che molti arredatori si pongono quando si trovano di fronte a nuovi esterni da arredare: posso provare a installare una tenda a pacchetto, o rischio che una simile scelta possa non piacere al proprietario? Ci sono controindicazioni nella installazione di tende a pacchetto in un ambiente esterno oppure sono in piena sicurezza ogni qual volta dovessi optare per una simile soluzione?

Insomma, si deve anche considerare la possibilità di una esposizione diretta della tenda a pacchetto installata alle intemperie, alla pioggia, al vento o alla neve, o anche agli schizzi di terra, o alle eventuali scorribande di qualche cane o di qualche gatto. Sono queste possibilità che, in un quadro di complessiva e attenta valutazione della realtà delle cose, non possono essere in alcun modo accantonate o anche solo dimenticate.

È per questo allora che ci occuperemo in questo articolo di affrontare tutti i possibili pro e tutti i possibili contro di una scelta di tal genere per quanto riguarda un arredamento di esterni. Probabilmente vi conviene poi approfondire queste vostre conoscenze su siti appositamente dedicati alle tende a pacchetto o ancora al tema dell’arredamento degli esterni, in cui certo si avrà una conoscenza più approfondita e specifica del tema.

Che rischi corrono le tende a pacchetto in ambienti esterni?

Senza alcuna ombra di dubbio, le tende a pacchetto installate in ambienti esterni avranno bisogno di una maggiore attenzione e di una maggiore cura. Se non in senso di manutenzione, almeno in senso di pulizia costante: la pioggia, la neve, la terra e il vento possono sporcare molto facilmente la vostra tenda a pacchetto. Le uniche soluzioni possibili saranno allora quella di scegliere un materiale di facile pulizia, oppure ancora di ricordarvi di ritirare la tenda nel suo apposito scompartimento di impacchettamento ogni volta che vi siano rischi.

Inoltre, potrebbe essere consigliabile non ricorrere a cordicelle sottili, in quanto potrebbero rompersi con troppa facilità ogni volta che vi siano rischi di intemperie particolari. Vi è anche il rischio che qualche gatto, giocando con la vostra cordicella, la strappi e vi lasci nei guai. A questo punto, allora, vi potrebbe convenire installare una manopola pesante in plastica o in metallo (ma attenzione alla ruggine, sia chiaro!), la quale è senza dubbio in grado di proteggersi dalle intemperie, e al contempo di permettere una facile apertura e chiusura della vostra tenda a pacchetto in ambiente esterno.

Dec
2013

Utilizzi alternativi del termosifone

I mille utilizzi alternativi dei termosifoni

Ci sono moltissimi modi in cui utilizzare un termosifone presente in casa, per comodità o per piacere. Insomma, è ovvio che il compito principale di un termosifone, sia questo in ghisa o in alluminio o in qualsiasi altro materiale, sia quello di riscaldare la casa, e in specie una o più stanze di questa. Però la presenza di un termosifone in una stanza può rendersi utile per molti altri motivi, legati certo pur sempre al riscaldamento, ma non per forza diretti a quello che è l’intero ambiente della stanza.

Sono ipotesi che si vengono a chiarire man mano con lo stesso utilizzo del termosifone, e che chiunque si accinga ad acquistarne e installarne uno verrà prima o poi a riconoscere, anche se non per propria consapevole volontà. Alcuni di questi utilizzi rispondono a esigenze di comodità, oppure di piacere, come vedremo, oppure ancora di estetica, o di abbellimento della stanza, pure a livello di profumo, come avrete modo di vedere qui.

Sono la cosa più semplice possibile, in realtà, e forse una premessa tanto complessa e tanto lunga potrebbe farvi pensare alla esistenza di utilizzi tanto strambi quanto assurdi. E invece ci occupiamo e qui vogliamo solo descriverti alcune utilità ulteriori dei termosifoni, che vi spingeranno magari ad approfondire la vostra conoscenza di questo specifico oggetto di tale e tanta comodità in casa vostra. Alla fine di questo articolo magari vi fionderete a cercare nuove informazioni e dove acquistare i tanto agognati termosifoni.

Quali sono allora questi utilizzi dei termosifoni?

Uno dei primi utilizzi che possiamo consigliare, e che funziona a livello estetico o, più in generale, di abbellimento della stanza, è quello che permette di irradiare un gradevolissimo profumo naturale nella tua stanza. E questo effetto si può ottenere in un modo tanto semplice quanto curioso, ossia piazzando alcune scorze di frutta sul termosifone acceso, magari proteggendo la scorza dal contatto diretto mediante l’utilizzo di una stuoia o di un asciughino, leggi di più a riguardo su termosifoni.org.

Il calore permetterà alla scorza, di arancia, per esempio, o di limone, di espandere il suo profumo in tutta la stanza. Una delle altre comodità cui potrete ricorrere è quella del riscaldamento dei vestiti: è bello poter prendere il proprio pigiama, prima di andare a dormire, è trovarlo già caldo. È sufficiente lasciare il pigiama sul termosifone acceso prima di andare a letto per trovarlo bello caldo e comodo, pronto ad accompagnarti sotto le coperte per la notte.

Oct
2013

Una breve introduzione al trading in opzioni binarie

Un’opzione binaria è un tipo di opzione dove il guadagno è tutto o niente. A causa di questa caratteristica, le opzioni binarie possono essere più facile da capire e da gestire rispetto alle opzioni tradizionali.

Le opzioni binarie sono regolate in contanti come opzioni di stile europeo, nel senso che possono essere esercitate solo alla data di scadenza. Se, alla scadenza, le opzioni finiscono per valere quanto o più del valore previsto, l’acquirente o il venditore delle opzioni riceve un importo in dollari predeterminato. Allo stesso modo, se le finiscono per valere meno del previsto alla data di scadenza, l’acquirente o il venditore delle opzioni non riceve nulla, assolutamente zero. Ciò fornisce un rialzo noto (guadagno) o negativo (perdita) di valutazione del rischio. A differenza delle opzioni tradizionali, le opzioni binarie offrono un payout completo a causa di un unico movimento, una transazione unitaria.

Un trader di opzioni binarie ha bisogno di anticipare la direzione prevista del movimento del prezzo del titolo in cui ha deciso di investire. A differenza delle opzioni tradizionali, dove si conosce la direzione del movimento di prezzo, nonché grandezza del movimento. In questo caso, questo tipo di informazioni non sono necessarie. Se l’investitore ha un parere su un’azione particolare e vuole saperne di più, molte piattaforme di trading per opzioni binarie forniscono dati specifici in merito, nonché numerosi modi per poter verificare i dati anche online, tramite una semplice ricerca sul vostro browser di preferenza.

Di norma è bene comprare se si ritiene che il prezzo di mercato sia destinato a salire, e vendere se si pensa che potrebbe accadere l’esatto contrario. Se la vostra intuizione è corretta, alla data di scadenza, il vostro payoff sarà rappresentato dal valore di liquidazione del contratto.

Il prezzo di un contratto per l’acquisto di un’ opzione binaria è uguale alla probabilità del verificarsi dell’evento. Ad esempio, se il valore del contratto ha un valore di 100 euro e l’ultimo commercio del contratto era a 96,00 euro, è un indicatore che il 96% del mercato ritiene che l’evento stia per accadere e il contratto finirà per avere un esito molto positivo.

Nonostante il termine “tutto o niente”, a seconda della piattaforma di trading reale, “nulla” può effettivamente significare “qualcosa”. Ciò significa che al tempo di scadenza dell’ opzione, il proprietario può effettivamente ottenere una certa quantità di vincita, anche solo se l’opzione scaduta si è rivelata un investimento fallimentare. Molto spesso si possono incontrare le opzioni binarie sotto un altro nome. Nel forex, lo scambio di Opzioni Binarie nel mercato è conosciutio sotto il nome di opzioni digitali, data la natura prevalentemente online di questo tipo di risorsa finanziaria, molto spesso definita anche come “investimento esotico”.

Le opzioni binarie sono generalmente più semplici da gestire e da scambiare perché richiedono solo un senso di direzione del movimento di prezzo dell’attività in questione, mentre le opzioni tradizionali richiedono un senso di direzione, nonché la conoscenza dell’entità del movimento e dei valori finanziari e prezzi ad esso strettamente collegati.
Le opzioni binarie hanno un rischio di ricompensa rapporto controllato, cioè il rischio e la ricompensa sono pre-determinati al momento dell’ acquisizione del contratto. Le opzioni tradizionali non hanno confini di rischio e rendimento definiti, quindi i guadagni e le perdite possono essere illimitate, nel bene o nel male.
Il mercato di trading in opzioni binarie inoltre, offre quasi tutto il trading e le strategie di copertura che sono possibili a un investitore. A differenza del trading di opzioni tradizionali, il campo delle opzioni binarie è in grado di mantenere un livello di sofisticazione e di approvvigionamento di risorse continuo, in modo da diventare un mercato virtualmente esente dagli sbalzi delle possibili crisi economiche. Il guadagno dell’investitore non sta nel valore del bene in se, ma nell’indovinare e determinarne l’esatto valore entro un determinato periodo di tempo, ovvero la scadenza stessa di un’opzione binaria.  A differenza di un’ opzione tradizionale, l’ammontare dei pagamenti non è proporzionale alla quantità di cui l’opzione per il meglio. Fino a quando un opzione binaria si classifica con esito positivo,  il vincitore riceve l’intero importo come payoff fisso.
Le opzioni binarie offrono contratti con durata a breve termine. In alcuni mercati, i contratti di opzioni binarie vengono rinnovati più volte durante la giornata di trading, mentre altri possono durare fino a un quarto d’ora, per esempio. Questo diverse opportunità al trader, oltre che dare la possibilità di gareggiare in un investimento flessibile a dispetto dei mercati che cambiano nel tempo.

Le opzioni binarie sono diventate enormemente popolari in Europa e sono ampiamente negoziate nelle principali borse europee, come EUREX. Negli Stati Uniti, ci sono pochi posti dove le opzioni binarie possono essere scambiate. Il Chicago Board of Trade (CBOT) offre opzioni binarie di trading sul target Fed Funds Rate. Per il trading di tali contratti, gli operatori devono essere membri di una borsa o gli investitori sono tenuti a operare attraverso tali membri ad eseguire un mestiere – il valore di ogni contratto è minimo 1000 dollari in questa borsa specifica.

A titolo di confronto, una commissione di pochi dollari per comprare migliaia di euro in opzioni binarie costa solo una frazione rispetto all’alta percentuale dei rendimenti da cui si può trarre profitto dal trading delle opzioni binarie online.

Jul
2013

Il Festival del Web Marketing

Dopo una lunga ed estenuante attesa, possiamo finalmente dire che ci siamo: venerdì 28 giugno non sarà un giorno come un altro, ma sarà il giorno. Sì, perché a Roma si terrà il Festival del Web Marketing, tanto atteso dagli esperti del settore in quanto è il vero evento dell’anno. Ad organizzare il Festival è la Community GT, che online sicuramente avrete visto sfogliando le pagine del Forum GT, un forum che ad oggi raccoglie più di 100mila utenti attivi. L’attesa cresce per l’evento, che senza dubbio lascerà tutti a bocca aperta per il modo in cui è stato organizzato: ci saranno 30 sessioni formative, 31 relatori di grande esperienza e 5 sale telematiche in cui i relatori parleranno in contemporanea. Nulla di meglio insomma, un evento da non perdere che di seguito vi spieghiamo meglio, rendendovi noti orari e costi.

Il Festival del Web Marketing si terrà all’SGM Conference situato in via Portuense al numero 741. L’orario per parteciparvi è dalle 10 alle 19. Gli argomenti saranno moltissimi, i principali della kermesse ormai dovreste conoscerli ma, se non foste ancora molto ben informati ve li diciamo noi. Tra i molti argomenti troveremo ovviamente SEO, Aspetto e Contenuti, Analisi&Strumenti, Social Network e Advertising. Ogni argomento corrisponderà ad una delle 5 sale allestite per l’evento. Sarà un percorso formativo a 360°, un percorso che ci guiderà ad un evento mai visto prima d’ora, o almeno mai visto nel settore del Web Martketing. Per quanto concerne i costi invece, per partecipare al Festival bisogna acquistare un biglietto a 349 euro + IVA. I più fortunati sono riusciti ad ottenere il prezzo scontato a 179 euro, valido solamente fino al 21 giugno. E’ un prezzo piuttosto sostenuto, ma fidatevi, merita assolutamente.

E per tutti coloro che non hanno la possibilità di recarsi a Roma per seguire l’evento, nessun problema. Il Festival del Web Marketing può essere seguito anche in streaming su GT Master Club. Per farlo bisogna solamente registrarsi ed effettuare il login. Una volta fatto questo, si avrà la possibilità di scegliere a quale sala partecipare, scegliendo in tutta tranquillità l’argomento da approfondire. Durante l’evento, verranno assegnati anche tre premi per le aziende e personaggi pubblici che, nel corso dell’anno, si sono impegnate ad usare nel miglior modo le risorse del web. Verranno premiati Giorgio Chiellini, l’AC Milan e LA7. I premi verranno consegnati da Manuela Leggeri, campionessa del mondo del 2002 con la Nazionale italiana di pallavolo. Per ottenere ulteriori informazioni, a vostra disposizione c’è il sito ufficiale dell’evento www.webreevolution.it, oppure potete trovare tutte le info e il programma completo su Twitter, seguendo l’hashtag #webreevolution. Se non avete ancora acquistato il vostro ticket, fatelo ora e non ve ne pentirete.

Jun
2013

La Villa Reale di Milano – Museo di arte ottocentesco

Tutti gli amanti e gli appassionati d’arte dell’800 possono facilmente visitare la Villa Reale, situato a Milano in via Palestro, dove ogni giorno è presenta la galleria d’arte. Prima di proporvi la storia della Villa Reale di Milano e delle opere contenute al suo interno, facciamo una piccola panoramica generale. Come detto in  precedenza, la Villa Reale si trova in via Palestro, proprio di fronte ai Giardini Intro Montanelli. Nelle sale della Villa Reala si trova il Museo dell’Ottocento e la Galleria di Arte Moderna. Dall’entrata ci si affaccia sulla strada, dove poi si può accedere al cortile interno che porta alla Galleria d’Arte Moderna, una delle più ricche d’Italia contenente sculture, affreschi, candelabri e mobilie varie che riguardano la storia del periodo. Per quanto riguarda invece la collezione dell’Ottocento, essa prende forma nel 1861, quando Fogliani propone la collezione dello scultore Pompeo Marchesi al Comune di Milano.

E’ solamente la prima di una lunga serie di donazioni fatte alla città di Milano. Sin dall’inizio infatti, la Galleria prende forma grazie ai capolavori proveniente dal territorio e concessi come lasciti e donazioni al Comune. E’ un modo con cui i cittadini riponevano le loro speranza nel Comune di Milano e nel Museo, fidandosi a lasciare loro opere di inestimabile valore. Solamente nel 1920 la Villa Reale viene ceduta dallo Stato al Comune milanese: subito dopo la Galleria d’Arte Moderna si stabilirà ufficialmente nel museo. Per decenni Villa Reale ha visto convivere altri istituti che, inevitabilmente, hanno limitato l’estendersi delle varie collezioni. Da 7 anni però, è la sede unica della Galleria d’Arte Moderna, ciò nonostante non mancano le grandissime opere e le collezioni dell’Ottocento, anzi, sono le mostre più ricercate dai cittadini milanesi e dai turisti che ogni giorno popolano il capoluogo lombardo.

Villa Reale è stata commissionata all’architetto Pollack da parte di Ludovico Barbiano di Belgiojoso. Il periodo per la sua creazione va dal 1790 al 1796. Ora è una Galleria d’Arte, prima è stata la residente privata di Napoleone Bonaparte. Gli altri cenni storici importanti riguardano la seconda metà del 19esimo secolo, quando all’interno visse e morì il maresciallo Radetzky. I milanesi sanno benissimo come raggiungere Villa Reale, per chi non lo sapesse e si trovasse nei paraggi, arrivarci è molto semplice: basta prendere la linea 1 della metropolitana e scendere alla fermata Palestro, oppure prendere i vari autobus da piazza Cavour. Le mostre presenti sono davvero di altissimo livello e, cosa da non sottovalutare, l’ingresso è gratuito. Giusto per non sapere né leggere né scrivere, vi proponiamo anche gli orari d’apertura. Villa Reale è aperta dal martedì alla domenica con i seguenti orari: 09:00 – 13:00, 14:00 – 17:30. Cosa state aspettando? Milano e Villa Reale con il suo Museo d’Arte dell’800 vi aspettano!

Jun
2013

Mappe geografiche interattive

Qualche tempo fa, il sito Smashing Magazine ha pubblicato un articolo molto interessante sull’utilizzo delle mappe geografiche interattive nel web design. E’ per questo motivo che abbiamo deciso di riassumere il post, per farvi capire quali siano le potenzialità. La tecnologia, come sicuramente saprete, fa passi da gigante. Giorno dopo giorno vengono lanciati nuovi dispositivi e nuovi software che ci permettono, tramite Internet, di girare letteralmente per l’intero pianeta. Le mappe interattive sono sicuramente più efficienti rispetto a quelle cartacee, proviamo a vedere perché. Dunque, il primo esempio sottolineato da Smashing Magazine ci fa riflettere sulla presenza della legenda. Sulle mappe cartacee è sempre presente, mentre sulle mappe geografiche interattive si può anche farne a meno in quanto passando il mouse sul punto desiderato, vengono rilasciate un numero incredibile di informazioni, che rendono il nostro “viaggio” molto più semplice ed eccitante. Con le mappe geografiche interattive c’è la possibilità di costruirsi veri e propri livelli di informazione: passando dai continenti agli Stati, fino ad arrivare alle grandi metropoli o ai piccoli paesi e quartieri di provincia. Si possono ottenere dati granulari e precisi che, purtroppo, sulle mappe cartacee non si trovano.

E non è tutto: con le mappe geografiche interattive è possibile aggiungere una timeline, utile per mostrarci quale sia l’andamento di uno specifico fenomeno nel corso del tempo. Con le mappe cartacee, come sappiamo, non è possibile effettuare i vari zoom avanti e indietro: Google invece, con le sue mappe attraverso Google Maps ci permette anche questo. Le migliorie sono tantissime è impossibile non rendersene conto. Certo, le mappe cartacee sono e restano un pezzo di storia, ma i tempi cambiano ed è giusto proseguire con l’innovazione che l’intero sistema ci permette di usare. Uno degli esempi più interessanti sull’utilizzo delle mappe interattive riguarda la sicurezza: le grandi metropoli rendono disponibili dati sulla sicurezza, con servizi che offrono la possibilità di scoprire quali siano le aree più a rischio e quelle più sicure. Dopo avervi spiegato i motivi per cui dire sì alle mappe geografiche interattive, vi spieghiamo come crearle su WordPress.

Sulla nota piattaforma ci sono diversi plugin che permettono la creazione delle mappe geografiche personalizzate, il più valido è senza dubbio Interactive World Maps. E’ un plugin incredibile che costa poco meno di 15 euro e si può trovare tranquillamente nel marketplace di CodeCanyon. Con questo plugin, gli utenti possono creare mappe geografiche personalizzandole in ogni modo con colori, tooltip, simboli e molto altro ancora. Con il plugin Interactive World Maps, si possono aggiungere tutti i continenti, le nazioni e scegliere tra diversi tipi di mappe. Alle zone poi, è inoltre possibile associare un collegamento di testo, un messaggio o un tooltip. Per finire, per rendere più gradevole la vista delle mappe, con il plugin si possono modificare sfondi, bordi, inserire simboli e colorare le zone.

Apr
2013

Idee originali per un matrimonio da sogno

Quando si parla di matrimonio, spesso e volentieri si pensa ad un evento in grande stile. Non sempre è così, ma diciamo che il matrimonio deve essere un giorno indimenticabile. Ci si sposa una volta sola (ovviamente c’è chi si sposa più volte) e quindi è giusto che si tratti di un giorno speciale. Le idee per un matrimonio da favola sono tantissime, molte sono bizzarre è vero, ma altre sono davvero azzeccate e soprattutto originali. Per organizzare un matrimonio diverso dalla routine, bisogna essere creative ed utilizzare idee originali che nessuno ha mai usato prima. Se non siete persone molto creative, vi consigliamo noi come far diventare il vostro matrimonio un evento imperdibile. Potete cimentarvi nell’arte, nella musica, nello spettacolo. Il matrimonio deve essere una festa dedicata non solo agli sposi, ma anche ad amici e parenti. Gli sposi ovviamente sono i protagonisti e, da tali, devono “intrattenere” gli invitati come si fa in un vero spettacolo. Di seguito proviamo a darvi qualche idea per un matrimonio in pompa magna.

Partiamo con quello che potrebbe essere un classico, ma che in Italia non lo è affatto, ovvero il matrimonio a tema. In diversi paesi il matrimonio a tema è la norma. Negli ultimi 10-15 anni, anche in Italia le cose stanno prendendo questa piega. Sono moltissime infatti, le coppie che decidono di celebrare il loro matrimonio con ambientazioni particolari, ambientazioni che vanno dal medioevo, passando per il Far West o addirittura ai primi dell’800, con abiti particolari e cibi particolari. E’ vero, riuscire a trovare i giusti vestiti e gli addobbi non è cosa semplice, ma per il matrimonio un piccolo sforzo va anche fatto no? Non datevi per vinti, coronate il vostro sogno come meglio credete.

Per tenere informati amici e parenti (ovvero gli invitati) su quello che deciderete di fare, il consiglio è quello di creare un sito web o un forum, in cui gli sposi possono inserire tutte le informazioni utili per arrivare sul posto, la lista nozze, il menù e tutto quello che riguarda il giorno del matrimonio. Aprire un sito web non è semplice per tutti, ma ora, grazie ai social network, è molto semplice aprire una pagina ed inserirvi tutto quello che ritenete necessario per informare gli invitati. E se siete dei romanticoni in stile anni 90, il consiglio è quello di munirvi di una macchina fotografica polaroid e, nel corso dell’evento, far scattare foto agli invitati. Una volta terminato il matrimonio, gli invitati potranno firmare le foto e gli sposi avranno con loro, per sempre, un album istantaneo. E per chi è un po’ più pazzo, perché non sposarsi per aria? Su una funivia ad esempio: diverse coppie lo hanno già fatto. C’è chi vorrebbe sposarsi in aereo ma, almeno per ora, i piloti non hanno l’autorizzazione per celebrare le nozze. Infine, per gli amanti del calcio, quale matrimonio migliore se non dentro lo stadio della propria squadra del cuore? Badate bene: non ci devono essere partite in corso. Basta solamente fantasia, questa è la parola giusta per rendere speciale il vostro matrimonio.

Mar
2013

Antifascismo ai giorni nostri

Che il fascismo sia stata una piaga nella storia dell’Italia è noto a molti, purtroppo non a tutti. A distanza di 70 anni dalla fine della seconda guerra mondiale, c’è chi crede ancora nel fascismo, nell’antisemitismo e in tutto quello che ne consegue. In tutta Italia e non solo, ogni anno si svolgono svariate manifestazioni antifascismo, manifestazioni che cercano di sminuire quelle idee fasciste che ridondano nella mente e nei pensieri di uno svariato numero di persone. C’è ancora chi crede che il fascismo sia presente a livello Nazionale, ed è la verità. Spesso purtroppo, sentiamo di aggressioni combinate da parte di gruppi di estrema destra che, solamente perché qualcuno non è d’accordo con loro, si sentono liberi di aggredirlo. Questa cosa deve smettere, e a farla smettere ci hanno provato a Cagliari, con una manifestazione antifascista e antirazzista che ha preso il via l’8 giugno.

La manifestazione è stata organizzata dopo che si sono verificati fatti incresciosi, fatti che non devono accadere nuovamente. Agli inizi di giugno infatti, precisamente nel Parco del Valentino a Torino, squadristi hanno inseguito e picchiato un ragazzo. Pochi giorni più tardi ad essere aggrediti sono stati il cantante e il fonico dei 99 Posse, un gruppo da sempre popolare per le sue idee notoriamente di sinistra. Ad aggredirli un gruppo di fascisti che, poco prima di un loro concerto, si sono scaraventati contro il gruppo musicale, prendendoli a calci, pugni e lanciando tutto quello che si trovavano sotto mano. Un’aggressione ingiustificata, un’aggressione politica che inasprisce sempre più un conflitto che da anni vede confrontarsi l’estrema destra con l’estrema sinistra. L’episodio più grave è senza dubbio quello avvenuto a Parigi, dove un gruppo di estrema destra ha ucciso un ragazzo di 19 anni popolare per le sue iniziative per la sinistra francese.

Per tutto questo e non solo, Cagliari ha deciso di dire basta. La manifestazione dell’8 giugno è stata indetta dall’associazione Dosta, la prima associazione completamente rom. Il motivo per cui è nata la manifestazione, oltre ai tanti che abbiamo elencato sopr’anzi, riguarda in particolare fatti avvenuti nella città di Cagliari. Si è trattato di una protesta nei confronti dei fascisti di Lotta studentesca che, per diversi giorni, hanno “chiuso” tre scuole medie di Cagliari solamente perché vengono offerti corsi serali attraverso i quali i rom adulti possono prendere la licenza media. Ho messo tra virgolette la parola “chiuso” perché non si è trattato di una vera e propria chiusura degli istituti: sui portoni delle scuole sono stati messi dei nastri e, con delle bombolette spray, capeggiavano le scritte “via i rom dalle nostre scuole, prima i cagliaritani”. Il corteo ha riscosso grandissimo successo, la resistenza antifascista e antirazzista continua anche a 2013 inoltrato.